Firenze: nigeriano accoltella un agente e stacca l’orecchio al collega…

Un agente ferito, uno mutilitato all’orecchio e altri due agenti salvi solo grazie al giubbotto antiproiettile: è questa la violente aggressione messa in scena da un migrante nigeriano dopo una lite con la moglie che ha costretto la polizia ad un intervento

Un lite violenta poi il blitz della polizia con tanto di agenti feriti. Si può riassumerecosì la notte di folli di un migrante di origini nigeriane.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

I condomini di via Toscanini nella periferia nord Firenze hanno avvisato le forze dell’ordine dopo aver udito più volte urla provenienti da un appartemento in cui vive un donna straniera. L’intervento della polizia si è rivelato sin da subito difficoltoso. Infatti, l’uomo coinvolto nella lite, all’arrivo degli agenti si è subito barricato in casa, armato di coltello, con la moglie e i tre figli di tre mesi, e di due e quattro anni. Gli agenti hanno provato a instaurare un dialogo, ma non c’è stato niente da fare.

Il blitz della polizia

I tentativi di convicerlo ad uscire dal locale sono tutti falliti. Così la polizia ha deciso per un blitz. Gli agenti sono entrati da una finestra dell’appartamento, immediata la colluttazione con il nigeriano. L’uomo ha ferito un poliziotto prima prima al sopracciglio e poi, con una coltellata, all’orecchio. Solo il giubbotto antiproiettile ha evitato ferite gravi ad altri due poliziotti. Il migrante divincoltasì a colpi di coltello si èpoi barricato in una camera dell’abitazione. Solo alle 7, un poliziotto è riuscito a convincerlo ad uscire.

Il 31enne nigeriano è stato arrestato mentre l’agente colpito all’orecchio è stato costretto a subire un intervengo chirurgico, come riportato da IlCorriere.it

Fonte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*