Un giudice nei guai: ha deciso di “armarsi”…

 

La convocazione dopo le sue affermazioni.

Si aggrava al Csm la posizione del giudice di Treviso Angelo Mascolo che prima in una lettera ad alcuni quotidiani veneti e poi in più interviste ha sostenuto che lo Stato “non è più in condizioni di garantire la sicurezza dei cittadini, anzi semplicemente non c’è più. D’ora in poi faccio da me: quando esco di casa mi metto in tasca la pistola”.

La Prima Commissione, presieduta dal laico del Pd Giuseppe Fanfani (vice presidente è il togato di Unicost Luca Palamara),  ha aperto la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità e ha disposto non solo la sua convocazione, perché si possa difendere, ma anche quella del presidente del tribunale Aurelio Gatto e del prefetto di Treviso Laura Lega. Le audizioni di Gatto e Treviso sono state fissate per la prossima settimana. La data dell’interrogatorio di Mascolo invece non sarebbe stata ancora decisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*